Barbara Salardi

"We are all stories in the end. Just make it a good one."

Spirit e Global Spirit Tour, il nuovo album e tour dei Depeche Mode

Tredici giorni fa, sul sito dei Depeche Mode era iniziato un conto alla rovescia. Oggi abbiamo finalmente scoperto di cosa si trattava: la band ha tenuto una conferenza stampa a Milano, nella quale ha presentato un nuovo album e un nuovo tour. L’evento è stato trasmesso in streaming sul sito ufficiale e su Facebook.

Dave Gahan apre la conferenza, annunciando che i Depeche Mode hanno scritto e registrato un nuovo album. Nell’ultimo anno, la lavorazione si è svolta fra Santa Barbara e New York. Sullo schermo, alle spalle del gruppo, viene trasmesso un filmato con alcune anticipazioni di pezzi nuovi. “Where’s the Revolution” è il titolo di uno dei brani che farà parte del disco. L’album si chiamerà Spirit, uscirà nella primavera del 2017, e seguirà poi una tournée mondiale, il “Global Spirit Tour”. Per questo album, il gruppo si è avvalso della collaborazione del produttore e musicista James Ford.

logoband

Depeche Mode

Inoltre, l’organizzazione presenta un tour estivo negli stadi nel 2017, che interesserà oltre un milione e mezzo di fan, e toccherà 32 città in 21 paesi europei. Il tour comincerà il 5 maggio a Stoccolma e terminerà il 23 luglio a Cluj-Napoca, in Romania. I Depeche Mode faranno tappa anche in Italia: i tre concerti previsti saranno il 25 giugno a Roma (Stadio Olimpico), il 27 giugno a Milano (Stadio San Siro) e il 29 giugno a Bologna (Stadio Dall’Ara). La vendita dei biglietti comincerà questa settimana. Concluse le date in Europa, il “Global Spirit Tour” continuerà nel Nord e Sud America. Durante il tour, il gruppo porterà avanti la collaborazione con Hublot per raccogliere fondi in favore di charity: water e diffonderne l’operato.

Breve resoconto delle domande rivolte alla band

Dopo l’annuncio, la parola passa ai giornalisti e ai fan intervenuti per l’evento. Qualcuno chiede se l’estetica dell’album sarà diversa rispetto a Delta Machine e se ci saranno dei cambiamenti nell’allestimento dei concerti. Martin Gore risponde che è un po’ presto per parlarne, poiché s’incontreranno con Anton Corbijn a novembre per discuterne. Andy Fletcher aggiunge che il prossimo tour sarà più bello del precedente e che l’obiettivo della band è quello di migliorarsi costantemente.

Poiché molte domande riguardano il nuovo album, che a detta della band è ancora in lavorazione, i dettagli non possono essere ancora rivelati per intero. Martin Gore afferma che quando inizierà la fase di promozione, renderanno noti altri particolari. Tutta la band ci tiene a sottolineare quanto siano orgogliosi del lavoro realizzato, in particolare grazie all’approccio fresco e dinamico del produttore James Ford.

Qualcuno chiede se l’ex componente del gruppo Alan Wilder tornerà, ma Dave Gahan risponde di no. Altre domande spaziano dalla musica, alla ricerca di nuovi suoni, al feeling che unisce un gruppo. Dave Gahan riferisce che amano fare musica e ancora di più amano esibirsi dal vivo. Afferma inoltre che la musica è l’unica cosa in grado di unire le persone, che si ritrovano tutte per un motivo comune. Continua dicendo che la buona musica esiste, basta solo cercarla. Andy Fletcher, tuttavia, trova molto scoraggiante il fatto che tante piccole band fatichino a emergere. Ricorda anche quanto siano stati fortunati i Depeche Mode a riuscire ad affermarsi, sostenendo però che in passato le cose funzionavano diversamente rispetto a oggi.

dm

Depeche Mode ©Giuseppe Cacace

Una domanda riguarda le tante date previste in città dell’Europa centrale, suggerendo che la band abbia un forte legame con quei posti. Dave Gahan ricorda che il gruppo ha fan in tutto il mondo, ed è evidente la difficoltà di raggiungerli tutti. Per questo motivo, la tournée potrebbe durare in eterno. Inoltre, è riconoscente del fatto che i fan aumentino ogni volta che esce un nuovo album. Andy Fletcher aggiunge che hanno visitato Budapest, quando ancora c’era la cortina di ferro e questo i fan l’hanno apprezzato molto. Martin Gore conclude dicendo che sono stati il primo gruppo, nel 1985, ad andare a Budapest e a Praga. Poi, riferendosi ai fan sempre più giovani che aumentano a ogni pubblicazione, Martin Gore sostiene che i Depeche Mode sono molto fortunati ad attirare anche un pubblico giovane. Probabilmente, afferma, il gruppo è in attività da talmente tanti anni, che gli adulti fanno sentire ai giovani la loro musica, attraendoli di conseguenza.

Dal momento che sono insieme da oltre tre decadi, qualcuno chiede qual è lo spirito particolare che li tiene uniti. Martin Gore risponde dicendo che amano fare album insieme, Dave Gahan aggiunge che tornare in studio è sempre una scoperta. Anche dopo tanto tempo, non si sa mai cosa potrà succedere. In ogni caso, la musica è magia. Per di più, portare un album in tour è un altro discorso ancora, perché oltre al lavoro fatto in studio si aggiunge il coinvolgimento del pubblico. Andy Fletcher sostiene che un conto è registrare in studio, ma quando si porta in tour un album la questione cambia radicalmente. Solo quando si va sul palcoscenico, si vede di che pasta si è fatti. La scelta della setlist per i concerti è sempre un’operazione difficile, poiché il gruppo deve vagliare tutto il repertorio di oltre duecento pezzi. Tuttavia, come detto sopra, è ancora presto per parlarne.

Non sono mancati momenti spiritosi. Una giornalista chiede se Dave Gahan, nonostante non sia più un ragazzino, se la senta ancora di esibire mosse sexy sul palcoscenico. Il frontman risponde invece che è in perfetta forma e non vede l’ora di partire. Inoltre, qualcuno ha notato i suoi stivaletti stravaganti color oro. Gahan non ha perso tempo e li ha mostrati al pubblico, alzando l’orlo dei pantaloni per fare vedere anche i calzini.

Concluse le domande del pubblico, quaranta minuti dopo, la band lascia il teatro della conferenza. Io, invece, vi rimando al sito della band per tutte le informazioni riguardanti l’album, il tour e l’acquisto dei biglietti.

2 Comments

  1. Barbara un grazie di cuore , anche questa volta e’ come se avessi ascoltato con le tue orecchie, dato che x lavoro non posso che sapere le notizie a fine giornata. grazie ancora e buona serata :*

    • Barbara

      11/10/2016 at 18:40

      Ciao Sara, questo mi rende molto felice. Sono io che ringrazio te! Buona serata e un bacione! :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2019 Barbara Salardi

Theme by Anders NorenUp ↑